Benvenuti su Fisio Health Roma

Orario apertura : Dal Lunedì al Venerdì: 8 - 20, Sabato: 8 - 14
  Telefono : 06.45547367 - 348.3259803

All Posts Tagged: dolore muscolare

aria-condizionata-500x330

ARIA CONDIZIONATA: ALLEATA O NEMICA?

Nel periodo estivo l’aria condizionata è sicuramente uno dei più grandi alleati che abbiamo contro il caldo e l’umidità. Dai primi caldi infatti non c’è locale commerciale che non offra un po di refrigerio grazie a questa fantastica tecnologia.aria-condizionata-500x330
Il problema sorge quando non vengono rispettate le buone norme di utilizzo dell’aria condizionata e quest’ultima, potrebbe diventare da alleata a nostro peggior nemico!
Purtroppo entriamo e usciamo tutto il giorno da ambienti climatizzati (macchina, casa, centri commerciali e negozi.) e l’alternanza con l’alta temperatura e l’umidità esterna creano degli shock non indifferenti al nostro organismo.

Andiamo a vedere quali sono i 5 disturbi più comuni causati dall’aria condizionata

  1. Mal di schiena e torcicollo
    Colpi d’aria o temperature troppo basse impostate sul condizionatore causano contratture muscolari soprattutto nelle parti del collo e della schiena. Il suggerimento è quello di coprire queste zone quando si entra in ambienti freddi o si rimane tutta la giornata in stanze rinfrescate dall’aria condizionata.
  2. Mal di testa e di orecchie
    Dormire tutta notte con il condizionatore acceso o rimanere di giorno in ambienti troppo freddi può causare cefalee, dolori alle tempie e mal di orecchio che se non curato può trasformarsi in otite. In questi casi è spesso sufficiente un antinfiammatorio ma nel caso non passi in un paio di giorni è meglio chiedere aiuto a un professionista.
  3. Mal di gola
    Uno dei primi disturbi ad insorgere quando si usa scorrettamente l’aria condizionata è proprio il mal di gola: rimanere troppe ore vicino a fonti di raffreddamento causa disidratazione e secchezza di laringe e faringe con conseguenti bruciore, dolori, raucedine e nei casi più gravi tracheiti e bronchiti.
    Per evitare questi problemi, oltre a mantenere una temperature idonea, può essere utile indossare una sciarpa di seta per proteggere la gola.
  4. Congiuntiviti e problemi agli occhi
    I nostri occhi sono molto delicati e aria troppo fredda o assenza totale di umidità possono causare congiuntiviti e secchezza. In questi casi sono molto utili le lacrime artificiali, i colliri e impostare correttamente il tasso di umidità, che non deve essere inferiore al 65%.
  5. Mal di pancia 
    Entrare in un ambiente dove l’aria condizionata è programmata in maniera errata e fa molto freddo, magari svestiti, o bagnati perché si arriva dal mare o dalla piscina causa spesso blocchi di digestione, mal di pancia e coliche addominali. La prima regola è indossare qualcosa quando si entra in questi luoghi o coprire almeno la pancia con un asciugamano o una sciarpa.
Leggi tutto
donna-con-mani-sulla-schiena-dolorante

TRIGGER POINT E IL DOLORE MUSCOLARE

I trigger point sono una condizione organica molto sottovalutata ma che ad oggi è la causa della maggior parte dei disturbi mio-fasciali spesso confusi anche con stati infiammatori.

Il movimento, come lo svolgimento delle nostre attività di vita quotidiana, sono estremamente legate ad un corretto equilibrio del sistema muscolo-scheletrico del nostro organismo.

Nella vita di tutti i giorni può succedere di renderci conto che una parte del nostro corpo sia più “contratta” o la sentiamo addirittura dolente, questo spesso è dato da una contrazione esagerata di un determinato muscolo, che se mantenuta, lo struttura in una condizione di accorciamento fisso.

Questa condizione può essere data da sport che utilizzano principalmente un’ area corporea, lo stare seduti troppe ore davanti ad un pc o al volante, disturbi alimentari, temperature molte basse e con alto tasso di umidità e forte stress.

E’ con questo tipo di condizioni che si vengono a creare delle aree di tessuto muscolare contratto e dolente alla palpazione denominate TRIGGER POINT.

COME SI CARATTERIZZA UN TRIGGER POINT:

I trigger point consistono in una piccola area ischemica del muscolo ( bandelletta palpabile), che diventa rigida e poco contrattile. A causa di questa condizione aumenta la sua irritabilità all’ attività muscolare e quindi come risposta invia un segnale doloroso anche lontano da quella che è la sede del trigger point originario.

TP

Le caratteristiche dei trigger point sono:

  • dolore (anche lontano dalla sede reale).
  • parestesia e indolenzimento cutaneo nella zona di proiezione del dolore.
  • disturbi vascolari, visivi, uditivi e gastrointestinali.
  • i muscoli perdono elasticità e forza muscolare.
  • vertigini posturali e disorientamento del corpo nello spazio.
  • mal di testa.
  • nessuna risposta o leggera ai classici antinfiammatori.

COME DISATTIVARE I TRIGGER POINT:

I trigger point si possono disattivare in molti modi ma sicuramente ci sentiamo di sconsigliare il cosiddetto “fai da te”. In questi casi purtroppo non è mai facile individuare la vera causa del dolore (il vero trigger point attivo) , perchè come abbiamo detto il dolore  può manifestarsi anche in una sede molto lontana da quella della zona che andrà poi trattata. Quindi è sempre consigliato rivolgersi ad un fisioterapista di fiducia che farà una corretta anamnesi riguardo la vostra problematica e in base a quella applicherà il trattamento più adeguato.

I trattamenti che riscontrano comunque maggior efficacia sono:

  • terapia manuale(digito pressione)
  • stretching
  • tecarterapia
  • laserterapia
  • cupping

Se riconosci il tuo problema in uno o più sintomi sopraelencati, prenota un appuntamento con noi e tramite una valutazione GRATUITA con il nostro fisioterapista, sapremo indicarti sicuramente il trattamento a te più idoneo.

 

 

Leggi tutto
1
×
Salve, come possiamo aiutarla?